Litigi da Quarantena: Un esercizio per aiutare i conflitti di relazione durante la quarantena da Covid19

man-and-woman-sitting-on-bench-984953

Traduzione dall’inglese dell’articolo di Dr. Jessica Chun

Tutti noi proviamo un po’ di paura quando ci troviamo in disaccordo o restiamo intrappolati in discussioni con il nostro partner.

Dato che siamo tutti in lockdown dovuto al Covid19, Stare in casa con il proprio partner 24 ore su 24, 7 giorni su 7, può mettere a dura prova il rapporto. E sappiamo che durante i periodi di stress ed incertezza, i litigi possono sorgere rapidamente e ancor più all’interno di spazi ristretti.

Leader riconosciuta a livello internazionale nel campo degli interventi di coppia, la dottoressa Sue Johnson è la principale sviluppatrice della terapia focalizzata sulle emozioni (EFT) e lavora con le coppie da oltre trent’anni. Ecco un rapido esercizio tratto dal suo bestseller, Hold Me Tight: Seven Conversations for a Lifetime of Love, per aiutare a lenire i conflitti durante la quarantena con il partner.

Riconoscere come la paura guida il vostro partner: Esercizio di coppia

Con il vostro partner, scegliete un breve, complicato (ma non veramente difficile) incidente della vostra relazione, che si è verificato da quando siete in lockdown.

  1. Scrivete una semplice descrizione di ciò che è accaduto come se fosse stato osservato da una mosca sul muro. Speriamo che siate entrambi d’accordo su questa descrizione. Ora scrivete in una sequenza semplice le mosse che avete fatto in quell’incidente. Come si sono collegate le tue azioni  e come si sono collegate alle azioni fatte dal tuo partner? Confronta gli appunti ed elabora una versione comune su cui potete essere d’accordo. Mantenetela semplice e descrittiva.
  2. Aggiungete i sentimenti che entrambi avete avuto e come ognuno di voi ha contribuito a sollecitare questa risposta emotiva nel vostro partner.
  3. Condividete le vostre risposte e concordate una versione comune. Ora chiedete informazioni sui sentimenti più profondi e più vulnerabili che potrebbero esserci stati per il vostro partner. Siate curiosi. Essere curiosi vi fornisce informazioni preziose. Se il vostro partner ha difficoltà ad accedere ai suoi sentimenti più vulnerabili, provate ad indovinare usando il vostro intuito conoscendo i punti sensibili del vostro partner come guida. Confermate o rivedrete con il vostro partner quali sono i suoi sentimenti più profondi.
  4. Usando le informazioni di cui sopra, vedete se potete descrivere o scrivere insieme quello che avreste potuto dirvi alla fine di questo incidente, se foste stati in grado di rimanere uniti e terminare il momento di disconnessione in un modo che vi avrebbe fatto sentire entrambi al sicuro. Come sarebbe stato per voi? Cosa avreste provato l’uno per l’altro, e come sarebbe stata la vostra relazione?
  5. Provate le tre domande precedenti con un incidente difficile e irrisolto. Se vi bloccate, riconoscete reciprocamente che una certa parte dell’esercizio è difficile per voi. Se il vostro partner trova difficile l’esercizio, chiedete se c’è un modo per aiutarlo in questo momento. A volte un po’ di conforto è tutto ciò di cui le persone hanno bisogno per poter svolgere questo compito.
  6. Se sapeste che potreste prendere dei momenti di conflitto o di disconnessione e disinnescarli o rivederli in questo modo, quale sarebbe l’impatto sul vostro rapporto in generale? Condividete questo con il vostro partner.

“Come amanti, ci mettiamo insieme, con delicatezza, su di una corda tesa. Quando il vento del dubbio e della paura comincia a soffiare, se ci facciamo prendere dal panico e ci aggrappiamo l’uno all’altro o ci voltiamo bruscamente e ci dirigiamo verso il riparo, la corda oscilla sempre di più e il nostro equilibrio diventa ancora più precario. Per rimanere sulla corda, dobbiamo spostarci in sintonia con i movimenti dell’altro, rispondere alle emozioni dell’altro. Man mano che ci colleghiamo, ci bilanciamo a vicenda. Siamo in equilibrio emotivo”.

Dr. Sue Johnson, Stringimi forte

Avatar

Giulia Altera

Author Since:  4 Giugno 2018

Leave a Reply