Ogni mente è un universo, con i suoi pianeti, le stelle e i buchi neri. 

Un universo che crediamo finito, che pensiamo di conoscere, ma che in realtà nasconde ancora moltissimo.

Il nostro spazio mentale è in continua espansione, proprio come quello in cui viviamo. 

Per questo chi lavora o vuole lavorare nell’ambito psicologico, come futuro astronauta della mente, non smette mai di studiare. 

Inizia con la laurea triennale, poi quella specialistica, sperimenta con i tirocini pre e post Lauream, si qualifica con dottorati e esami di stato. Prosegue con i Master, le scuole quadriennali di psicoterapia e con gli aggiornamenti ECM obbligatori. 

In una formazione che non ha mai fine e lungo un percorso travagliato di scelte, non sempre facili. Infatti nell’incredibile ventaglio di possibilità, nelle moltissime varianti e variabili specialistiche – più o meno tante quante le stelle del firmamento – orientarsi è quasi impossibile. 

Decidere di seguire una “scuola di pensiero” piuttosto che un’altra e quindi scegliere di usare la lente interpretativa che giudichiamo migliore, non può che essere una decisione tostissima. Ma se ogni specializzazione richiede impegno, non sempre a fronte di questo ci fornisce le stesse garanzie, la stessa efficacia, gli stessi costi.

Dipende tutto dall’approccio. 

Oggi ti racconto quello EFT e ti svelo sette “perché”, a partire da uno che forse già ti stai chiedendo.  

Perché la formazione EFT potrebbe fare per me?

1. Perchè è empiricamente fondata

E testata e verificata e certificata. 

Da trentacinque anni, quattrocentoventi mesi, centoventisetteottantaquattro giorni e trecentoseimilaottocentodiciotto ore, dal 70-73% di coppie che sono passate da una situazione di crisi a una ritrovata armonia e dai quattro studi di outcome che compongono la meta-analisi sulla EFT. A sottoscriverlo sono il 90% delle coppie che, a seguito di una terapia EFT, mostrano miglioramenti significativi.

2. Perchè i suoi risultati sono duraturi

EFT non è usa e getta. 

Non si sgualcisce con il tempo e resiste alle intemperie. 

I risultati ottenuti con la lente dell’attaccamento EFT durano e perdurano oltre la terapia: dopo due anni il 60% delle coppie mantiene i progressi fatti, a volte migliorando addirittura la propria situazione. 

Gli studi di follow-up dimostrano che EFT non si limita a sistemare le relazioni claudicanti, ma crea legami capaci di sostenersi vicendevolmente. Una simbiosi carica di possibilità. 

3. Perchè è pratica, ma flessibile

Ogni terapetua EFT ha una mappa da seguire. 

Questo gli permette di mantenere il focus sugli obiettivi che sono ben evidenziati al punto d’arrivo. Sa dove deve tenere duro, quali ingorghi e tornanti è necessario superare con uno slancio maggiore e dove le discese verso le soleggiate e placide spiagge gli permettono di procedere a una velocità di crociera più rilassata. 

Viaggia incontro al cambiamento grazie a questo “itinerario” rodato che però non è esente da imprevisti. Una sola buca può stravolgere la road map e bisogna sapere come cercare una strada alternativa.

Per questo EFT insegna la flessibilità, a non essere schiavi dei tecnicismi, a immergersi nell’esperienza e essere sempre consapevoli della destinazione per potere, prontamente, rielaborare il tragitto. A volte toccherà mettere la retro, fermarsi per fare rifornimento o addirittura tornare al punto di partenza. 

Ma se è vero che nella mappa EFT tutte le vie portano a Roma, e cioè la coppia, è vero anche che tutte ci accompagnano all’obiettivo lungo un paesaggio diverso. Trovare quello che più piace ai pazienti è un lavoro di empatia e vicinanza che il terapeuta EFT conosce molto bene. 

4. Perchè è malleabile

Ed è malleabile perché è rigorosa. 

Per diventare Terapeuti Internazionali certificati bisogna seguire l’Externships, il Core Skills con la presentazione del video, le Supervisioni e tutto il resto. Poi ancora essere affiancati dai trainer più esperti certificati dall’ICEEFT, l’Istituto per l’Eccellenza in Terapia Focalizzata sulle Emozioni Canadese di Ottawa, per almeno un anno e mezzo, dove vengono messe in evidenza le esperienze e si studiati i casi specifici. Così EFT apre a sempre nuove soluzioni diventando generalizzabile.

Non limitandosi a un solo prototipo di paziente, non si settorializza con una patologia, ma si presta per diversi tipi di clienti, con sintomi e comorbilità variabili.

Pensata per vestire il paziente come un abito su misura. Qualsiasi sia la sua taglia.

5. Perchè è all’avanguardia

Le neuroscienze ci dicono che le tecniche bottom-up funzionano meglio di quelle viceversa e cioè che partono dal vertice per scendere più in basso. È dunque sempre meglio iniziare a costruire da elementi base specifici e conosciuti per arrivare a una soluzione personalizzata, invece che scomporre un modello generale nei suoi mattoncini elementari che probabilmente, potendo non essere altro che standard, non ci servirebbero a molto. 

EFT lo sa e da sempre sostiene che partire dalle proprie esperienze, da elementi esistenti, sia la strada vincente per arrivare alla comprensione di noi stessi. La ricalibrazione cerebrale ha origine dal basso, dalle più semplici emozioni, come il dolore.

È così che Eft ha rimodellato il campo della psicoterapia focalizzandosi sul potere della connessione emotiva che conduce al cambiamento comportamentale, attraverso quello relazionale fino alla guarigione.

“Fin dall’inizio sapevo che la sola forza della mia argomentazione non sarebbe penetrata abbastanza in profondità da influenzare il cambiamento. Non penetra quasi mai…Solo quando senti una percezione nelle tue ossa puoi possederla. Solo allora si può agire su di esso e cambiare….
È solo quando la terapia arruola emozioni profonde che diventa una potente forza di cambiamento.”– Irvin Yalom

6. Perché è necessaria

Il terapeuta EFT usa degli occhiali molto speciali con i quali riconosce le coppie che hanno davvero bisogno di terapia. Sono tante e sotto gli occhi di tutti, solo che non tutti siamo in grado di accorgercene. Per farlo dobbiamo prima indossare le stesse lenti, quelle dell’attaccamento, e sviluppare l’empatia che ci permette di comprendere le emozioni dell’altro e così creare connessioni stabili. 

Gli occhiali EFT sono garantiti, la loro efficacia dimostrata. Non scadono in dogmi e tecnicismi, ma agiscono alla radice del problema che, per essere risolto, deve prima di tutto essere visto. 

“Fino a che non ci occupiamo del fondamentale bisogno di connessione e della paura di perderla, le tecniche standard, come imparare il problem solving o le abilità comunicative, esaminare le sofferenze infantili o prendersi delle pause, sono sbagliate e inefficaci.” – Sue Johnson

7. Perchè è altamente soddisfacente 

Il terapeuta Eft considera l’esperienza. 

Non si limita alle spiegazioni, per quanto arzigogolate. Non si crogiola nella teoria, non argomenta, non segue pedissequamente una sola ricetta, ma adora la pratica. Entra nell’universo del paziente, si immerge nella sua esperienza e raccoglie risultati. E è nei risultati che trae giovamento, nel palesarsi dei cambiamenti che si gratifica. 

“Il terapeuta di coppia vede i cambiamenti palesarsi davanti ai propri occhi. I risultati raggiunti dall’individuo vengono appresi dal terapeuta poiché egli glieli racconta. I cambiamenti ottenuti dalla coppia si dispiegano concretamente davanti agli occhi del terapeuta. Quelle stesse persone un tempo distanti ora si tengono mano nella mano seduti sullo stesso divano non più distanti, ma vicini e risoluti”.– Giulia Altera

Vuoi saperne di più? Visita l’area del sito Formazione in EFT e tutte le sue sottosezioni!

E siate benvenutə!

Iscriviti alla newsletter